Indice del forum

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Teatro Brancaccio,Roma, 16/2/07... Peter Pan!

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum ->
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Nov 19, 2017 9:01 pm    Oggetto: Ads

Top
Tony
signor membro
signor membro


Registrato: 22/09/06 11:31
Messaggi: 68
Residenza: Guidonia (Roma)

MessaggioInviato: Lun Feb 19, 2007 4:05 pm    Oggetto: Teatro Brancaccio,Roma, 16/2/07... Peter Pan! Rispondi citando

Quando torniamo a casa, ti farò ascoltare la versione originale di questa canzone …”

Era più o meno questo il leit – motiv rivolto dai genitori ai propri figli,
durante la pausa tra il primo e il secondo tempo di “Peter Pan. Il musical”.
Segno tangibile che il testimone musical – generazionale ha intrapreso il suo cammino verso i lidi Bennatiani… Lo scrivente, aveva (maliziosamente) pensato fosse in atto una strategia della comunicazione da parte dell’ufficio stampa del teatro Brancaccio… Eh, già perché il teatro in questione era “sold – out” già giorni addietro. Per cui, vista l’impossibilità (causa targhe alterne) di assistere allo show il giorno 15, miracolosamente sono spuntati fuori gli ultimi due biglietti sul lato sinistro della galleria. Visuale ottima, leggermente “impallata” dall’impianto di amplificazione. Panoramica sulla sala stracolma di bambini e adulti di tutte le età. Sul parterre sottostante intravedo Tullio Solenghi, e, meraviglia delle meraviglie, il Prof., Dott., Presid., Illustr., Giovanni, detto Gianni, Minà. Evidente segno del destino, poiché ero alla spasmodica ricerca del signore in questione. Giusto per informarlo dell’esistenza della band dei Falsi d’Autore e della mia attività compositiva.
Rimando chiaro e lampante al fil rouge che lega Minà a Edoardo.
Prologo ottimale per assistere allo spettacolo…
Si alza il sipario su una Londra ottocentesca e affollata. Ecco il menestrello che dovrebbe rappresentare Edoardo. Scorrono le note di “Ma che sarà”. Noto la commistione tra nuove e “vecchie” musiche con il solo di sax di Enzo Avitabile, integrato nei nuovi arrangiamenti. Memorabile il “bobbie” londinese che saluta e se ne va con il suo sassofono… Al grido di: “Tutti insieme lo denunciam”, va in scena la riunione dei genitori preoccupati per le sorti dei loro rampolli. Cambio scenografico. Interno della camera dei fratelli Darling. Tra loro, noto Gianluca Grecchi, già piccolo, consumato, protagonista di “Raccontami”, fiction trasmessa in prima serata da Rai Uno. Ecco papà Agenore che raccomanda a Wendy di non dar retta alle “farfalle nello stomaco”, provocate dalla sua ostinazione nel credere nelle favole. Scorrono “Ogni favola è un gioco” e “Fantasia”.
Personalmente non trovo azzeccata l’interpretazione vocale di Alice Mistroni.
Ottime, invece, le armonizzazioni tra quest’ultima con Frattini e Di Figlia.
Gli “Ohhh…!” di stupefatta meraviglia infantile, salutano l’ingresso volante di Peter Pan – Manuel Frattini . Spavaldo e sicuro di sé, come il protagonista del libro di Barrie, Frattini, cattura l’attenzione degli astanti, divertiti dai suoi primi battibecchi con Wendy e Trilly.
Poi, Peter, Wendy, John e Michael volano verso “L’isola che non c’è”, dove si racconta di quelle che erano “Sono solo canzonette” (eseguita in playback).
Spazio ai cattivi, gente! E’ una pirateria in salsa glam – rock quella che prende corpo sul palco del Brancaccio.
Claudio Castrogiovanni (Agenore), dà vita a un Capitan Uncino che trova radici (vocali e sceniche) nel mondo trasgressivo e colorato di Mister Renato Fiacchini, meglio noto come Renato Zero.” Zeppe” stile “Kiss”, movenze coreografiche volutamente ambigue… Un modo come un altro, forse, per ridicolizzare taluni atteggiamenti “machisti” tipici della società contemporanea e tanto cari a una parte della nostra politica… ”Il rock di Capitan Uncino”, lascia la scena all’eccellente Riccardo Peroni (Spugna).
Il tip – tap la fa da padrone. “Dopo il liceo che potevo far…”, è la rilettura più riuscita dell’intera track – list del musical.
Le luci si riaccendono. Pausa. Seconda parte. Si ricomincia con “In fila per tre”, che funge da marcetta per i “bambini perduti”, capitanati da John Darling,(Angelo Di Figlia) fratello di Wendy e Michael. Elogio di Wendy alla figura materna, con “Viva la mamma”. Lo scampato pericolo del rapimento di “Giglio Tigrato”, figlia del capo tribù indiano, è il pretesto per la scatenata “Non so darti torto ragazzino” (anche questa in playback).Coinvolgenti (e faticosi) i movimenti coreografici. Di grande efficacia anche il “restyling” del brano. E’ il momento di crescere, caro Peter. Te lo dicono tutti. Soprattutto chi (e c’è sempre) vorrebbe saperne più di te… Quando fai domande, è sempre la stessa solfa… Tutti rispondono: “Quando sarai grande”…
Trilly ha ceduto alla gelosia… I fratelli Darling e i bambini perduti sono ostaggi della ciurmaglia di Uncino. Non è giusto che muoia Trilly. No. “La fata” e il motto “Io credo nelle fate”, intonato dal coro infantile presente al “Brancaccio”, provvedono alla rinascita di Campanellino. Da un musical all’altro…
Il riff dell’intro di “Che paura fa Capitan Uncino” è dannatamente somigliante a un brano del “Grease” di John Travoltiana memoria.
E’ pronto il trampolino. E con esso Wendy. “Nel covo dei pirati” funge da ennesimo tributo alla figura femminile.
Isola di tranquillità pacata, ove si infrange il burrascoso oceano maschile…
Il Tempo… Giudice Inflessibile. Spietato. Non si sfugge, cari miei.
Prima o poi , tutti quanti dobbiam ballare al ritmo del “Rockoccodrillo”. Cercando di non farsi divorare dalle sue fauci metronomiche...
Gran finale con Frattini che dall’alto del suo volo abbraccia idealmente l’intero teatro Brancaccio. Probabilmente il momento più emozionante, il giusto “coup de théathre”. ”Sono solo canzonette”, fa da commento sonoro al tripudio del Brancaccio per l’intera compagnia.
Chissà se Stefano Pulga e Mauro Spina avvertiranno l’entusiasmo del pubblico… Credo di sì.
E’ passata la mezzanotte. Scatta, da parte di Vannucchi, l’”arrembaggio” a Gianni Minà. E’ paziente e cortese, quando viene avvicinato da Giuliana. Viene informato dei saluti da parte di Giorgio Bennato, della band e i relativi progetti. In questo periodo è preso da mille impegni (Sanremo, l’uscita di due libri…). Comunque, potremo consegnare il cd dei Falsi alla sua segretaria. Strano… Strana Roma… Da un po’ di tempo, volevo contattare Minà e il mitico PGC, ovvero Pier Giuseppe Caporale. Due mostri sacri del giornalismo (e non solo) italiano. Due colonne portanti della carriera del mio Maestro. La consacrazione definitiva di Edoardo è avvenuta anche grazie ai loro articoli, interviste, programmi televisivi… Mi piaceva ci fosse una prosecuzione ideale che legasse Edo, Minà, Caporale, Dubois e i Falsi d’Autore. Evidentemente febbraio è il mese nel quale si realizzano i sogni.
Nel 2004 l’ufficializzazone, da parte di Edoardo e di Giorgio, della band; l’anno scorso l’ingresso nel forum e l’incontro e l’amicizia con Tony Cercola…

Caro Fronte. Volevo ringraziarvi tutti. Amici e nemici.
Grazie a coloro che via telefono, msn, mail e quant’altro, mi donano il loro affetto.
La loro stima. La loro amicizia. La loro competenza professionale. A volte è una miscela corroborante.
Capace di darmi slancio ed energia.
A volte è un fardello pesante. Non perché non sia gradito… Anzi… Perché, probabilmente, io non merito tanto…
Senso di inadeguatezza. Chissà…
Forse è così. E’ per questo che volevo salutarvi con questo post. Continuerò a leggervi con piacere.
Un’ ultima raccomandazione. Se l’accettate…
Fate in modo che questo Bastimento continui a veleggiare. Sempre. Anche se incontrerà acque incerte e perigliose.
Anche se le opinioni non sempre coincideranno.
Anche se si andrà incontro a bivi inaspettati…
Vi auguro, di vero cuore, tutto ciò che desiderate. Per voi e per le persone a cui tenete.

BuonaFortuna!

_________________
"Equilibri insicuri sopra un filo sospeso
fra le regole nuove di Schoenberg..."
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Pendaglio da Forca
Site Admin
Site Admin


Registrato: 19/09/06 14:24
Messaggi: 1740
Residenza: SECONDA STELLA A DESTRA

MessaggioInviato: Lun Feb 19, 2007 7:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Tony!!
Che fai hai deciso di cambiare pianeta?? Confused Confused
Non sò stai passando un brutto periodo?
La parte finale del tuo post è molto malinconico e come se partissi e tornassi più!!
Tonyyyyyyyyyyyyyy!!!!!!!!! Ti vogliamo bene,dai...dai..Tony forza e non mollare mai
Per me tu sarai l'erede di Edo!!! E quà non ci piove!!
Ciao GRANDE a presto!!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
chichi
membro SUPER VIP
membro SUPER VIP


Registrato: 11/01/07 15:46
Messaggi: 378
Residenza: nord-ovest

MessaggioInviato: Mar Feb 20, 2007 6:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

Laughing Bellissimo il tuo racconto sul musical...
sono contenta che Vi sia piaciuto!!!

Per la parte finale del post: ho grande rispetto della tua scelta!!

BUONA FORTUNA ANCHE A TE.....Vedrai verranno tempi migliori Smile

_________________
...le ragazze fanno grandi sogni...

Chichi
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

FORUM DEDICATO AI FANS DI EDOARDO BENNATO


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 5.699